I post con keyword concorsi

  • Qui è FLG

A seguito dell’articolo sui “brevetti generalizzati” abbiamo ricevuto svariati commenti e segnalazioni di casi “esemplari”. Un paio li abbiamo messi come commenti all’articolo in questione ma il presente, più dettagliato, ci pare meriti un post a parte. Riportiamo qui un documento ricevuto alcuni giorni fa da un gruppo di ricercatori dell’ ENEA, l’ente pubblico di ricerca sull’energia.

  • Passaparola

Ci siamo occupati nei mesi scorsi del palese concorso-farsa che si e’ svolto all’Università dell’Insubria, dove tra 17 candidati, il vincitore è l’unico a prendere zero in ben sette indici bibliometrici differenti. Riceviamo e divulghiamo volentieri l’appello di 5 “perdenti” che stanno raccogliendo fondi per finanziare un ricorso. Si tratta di una giusta battaglia per il merito e contro i troppi baroni che infestano le universita’ italiane. Come si dice in Amerika, let’s put our money where our mouth is. La Fondazione NFA fa la propria parte donando 100 euro. Buona fortuna.

  • L'avvelenata

L’altro giorno ci siam ritrovati nel futuristico aeroporto d’un paese sperduto. Non ci vedevamo da tempo e, dopo i soliti convenevoli, abbiam fatto, Bin&Bone, due chiacchiere sulle nostre esperienze recenti. Risulta che Balanzone, per la prima volta in vita sua, ha provato a fare il comissario in un concorso italiano a cattedra. Ne è uscita un’intervista stuzzicante.

  • Qui è FLG

Particolarità procedurali e l’esito di un concorso per trasferimento nella mia facoltà hanno suscitato alcune perplessità sulla stampa. Ho vissuto questa vicenda dall’interno e la considero emblematica dello stato attuale, e presumibilmente futuro, dell’università italiana. Vorrei commentarla in questa ottica, e aggiungere una piccola testimonianza.

  • Qui è FLG

Alla fine, la denuncia non è valsa a niente. La magistratura si è “incartata.” Mi riferisco alla denuncia presentata da me a cinque procure della Repubblica nel 2004 contro il gruppo di potere nel SSD AGR/01 – economia agraria ed estimo rurale – che ha condizionato per almeno vent’anni il reclutamento universitario in quell’area di insegnamento. Nel frattempo, alcuni dei denunciati chiedono milioni di dollari per risarcire la loro dignità offesa.

Contattaci