I post con keyword libero mercato

  • Passaparola

È improbabile che il postino suoni, davvero, sempre due volte. É certo, invece, che nel Belpaese si paghi due volte il servizio di recapito, nel senso che il rapporto costo-prestazione risente sia di tariffe tra le più alte d’Europa, che di una qualità spesso soggetta a forti critiche anche in relazione ad episodi incresciosi. Qualche spiegazione va rintracciata nella struttura di mercato del settore – che vede il dominio di Poste Italiane – ma la situazione dovrebbe cambiare, in seguito al recepimento delle direttive europee che impongono la piena apertura alla concorrenza a partire dal primo gennaio 2011. O no?

  • Passaparola

Libero Mercato ha terminato la sua esperienza come foglio autonomo in abbinata al quotidiano Libero. Ragioni di costi, pare. Il che può voler dire, forse, una troppo esigua platea di riferimento, in un Paese economicamente quasi analfabeta e culturalmente molto distante dal pensiero liberale.

[Nota della redazione di nFA:] Libero Mercato ci ha dato spazio ed ospitato sulle sue pagine diverse volte. Era una lettura stimolante – perche’ spesso ci trovavamo in disaccordo. Ci eravamo permessi di esprimere dubbi sulla capacita’ del contenitore di garantire reale autonomia al contenuto – ci spiace di aver avuto ragione. Onore delle armi a Oscar Giannino, che ci ha provato, anche da parte nostra. Alla prossima, speriamo!

  • L'avvelenata

La crisi che colpisce la cosiddetta “economia reale” sta avendo effetti sul numero di aziende costrette a chiudere i battenti e la situazione è destinata a peggiorare nel corso dell’anno. Un aspetto trascurato della faccenda riguarda le conseguenze della curiosa legislazione fallimentare: non ci sono dubbi sul fatto che le acque siano infestate dai piranhas ……

  • Passaparola

Il Decreto anti crisi varato dal Governo prevede sostegni alle sole banche con azioni quotate in borsa. Perchè solo a loro? Sono forse la maggioranza, per numero o per risparmi raccolti? Sono forse, più delle altre, in difficoltà economiche a causa di eventi esterni o altri fattori a loro non imputabili? Hanno forse un minore accesso, rispetto alle altre banche, ai mercati dei capitali? Difficile trovare una ratio convincente.

Il sostegno statale limitato alle sole banche quotate è disfunzionale al perseguimento degli obiettivi di politica economica individuati dal Legislatore, distorsivo della libera concorrenza nel settore bancario ed iniquo laddove privilegia proprio quelle banche orientate alla generazione di extra profitti anziché alla sana e prudente gestione.

Contattaci