I post con keyword austerity

  • Ex Kathedra

L’attento lettore avrà notato, fra i commenti all’articolo di Michele e Brighella,un dibattito acceso sulle spese militari greche, che, secondo qualcuno, beneficiano la Germania. Ipocritamente, sostengono alcuni, i tedeschi (e anche i francesi) han lasciato che i greci si indebitassero per fare acquisti di armi da lore ed ora sollecitano l’austerity ma non insistono troppo sul taglio delle spese effettuate al supermercato degli armamenti teutonico. 

  • Qui è FLG

In questo ultimo post della serie “quanto austeri siamo?” mi concentro sull’Italia e mi focalizzo sulla spesa primaria, e cioè sulla spesa al netto degli interessi. La spesa per interessi sul debito è scesa notevolmente in Italia dalla fine degli anni ’90, ma questa riduzione si è accompagnata ad un aumento degli altri  capitoli di spesa. Alcuni di questi dati sono gia apparsi in questa sede un po’ di tempo fa, ma vale sempre la pena ricordarli

  • Qui è FLG

Nel mio post precedente, qualche lettore nei commenti ha sostenuto che l’austerità si vede non solo dalle spese, ma anche dalle entrate. Ovviamente dipende da quel  che si ha in mente, io forse pensavo all’austerità per la casta dei politicanti, ma dal punto di vista dei cittadini, effettivamente, contano entrambi i lati del bilancio. Rimedio alla mancanza pubblicando le figure delle entrate e del deficit per fornire una visione più completa. Nella prossima puntata mi soffermero’ sulla distinzione fra spesa totale e spesa al netto degli interessi. 

Contattaci