I post con keyword legge elettorale

  • Qui è FLG

Le conseguenze di un SI ai referendum elettorali saranno assai limitate: si passerà dal porcellum al porcellum con il rossetto. Ma poco è meglio di niente, per cui voterò SI.

Non è vero che la vittoria del SI consegnerebbe il paese a Berlusconi. Sia con i numeri delle scorse politiche sia con quelli dei recenti sondaggi il PdL da solo perderebbe contro un listone coalizzato PD+IdV+Sinistra Radicale oppure contro un listone PD+IdV+UDC.

  • Ex Kathedra

Durante le giornate che abbiamo tenuto a La Pietra ho presentato una versione preliminare di una relazione sulla riforma elettorale in Italia. Ho finalmente prodotto una versione leggibile di tale relazione, la potete scaricare qui (pdf). È lunga e soporifera, però mi ha consentito di fare il punto sullo stato dell'arte riguardo agli effetti politici ed economici dei diversi sistemi elettorali in modo da formulare in modo informato e consapevole una proposta di riforma.

La parte che credo possa interessare di più i lettori è il capitolo 6, in cui discuto il da farsi per l'Italia. La mia proposta è relativamente semplice: adottiamo, sia per la camera sia per il senato, il sistema del voto alternativo usato per la camera dei deputati australiana e per la presidenza irlandese. Il sistema è maggioritario ma consente agli elettori di esprimere le proprie preferenze in modo più completo, evitando in particolare l'elezione di candidati che piacciono solo a una minoranza. Questo post spiega più in dettaglio la proposta, quali sono le probabili conseguenze sul sistema politico e perché esiste perfino qualche possibilità che venga presa in considerazione.

  • Qui è FLG

Nel consiglio dei ministri del primo agosto è iniziata la discussione di una proposta di legge per la riforma del sistema elettorale dei delegati italiani al Parlamento Europeo. Credo che nessuno possa seriamente dire che di tale riforma ci fosse un disperato bisogno. Perché occuparsi, quindi, di tale esoterica faccenda? La risposta è semplice: il centrodestra deve far fuori Storace, e a quanto pare si è abituato a scegliere le leggi elettorali unicamente in funzione dei propri interessi immediati. A differenza del porcellum l'operazione viene fatta stavolta con il beneplacito del PD, che ha interesse a far fuori l'estrema sinistra.

  • Ex Kathedra

Questo è il secondo di due articoli sul voto utile, in cui spiego con dettaglio cosa fare, regione per regione. Il titolo del post è liberamente ispirato alla grandissima trasmissione "Tutto il calcio minuto per minuto", unica e vera colonna sonora dell'infanzia di chi appartiene alla mia generazione. Io, purtroppo, radiocronista sportivo non sono riuscito a diventare. Mi accontento di discutere i destini elettorali del paese.

  • Passaparola

Diversi lettori ci segnalano iniziative simili alla nostra relative alle previsioni sulla distribuzione dei seggi al Senato a alla Camera. Siccome siamo a favore della massima diffusione dell'informazione segnaliamo alcuni di questi siti. Per rendere la procedure più snella, preghiamo i lettori che hanno siti simili da segnalare di mettere un commento a questo post con l'indicazione della URL.

  • Ex Kathedra

La questione centrale di queste elezioni è se ci sarà una maggioranza
al Senato. Nei prossimi giorni pubblicheremo delle previsioni
sull'assegnazione dei seggi al Senato sulla base dei sondaggi di
opinione esistenti. Tali previsioni riguarderanno le 17 regioni in cui
si vota con il porcellum e che ripartiscono un totale di 299 seggi.
Dato che, almeno sotto alcuni scenari, è possibile che non si formi una
maggioranza al Senato o che tale maggioranza sia risicata, diventa
importante offrire una stima la più accurata possibile di come verranno
ripartiti i rimanenti 16 seggi che vengono assegnati con sistemi
elettorali differenti. In questo post spieghiamo come tale stima viene
fatta e quanto è a nostro avviso affidabile.

Contattaci