I post con keyword lavoro

  • Ex Kathedra

Nella “slide del carrello della spesa” Renzi ha annunciato “+1000 euro netti all’anno a chi ne guadagna meno di 1500 al mese”, indicando in 10 miliardi di euro l’ammontare di risorse necessario: 1000 euro per 10 milioni di lavoratori. Sembrerebbe un calcolo banale, ma purtroppo le cose non sono così semplici. Abbiamo spiegato in un post precedente che c’è il rischio di introdurre un andamento totalmente abnorme delle aliquote marginali effettive. In questo post offriamo un approfondimento tecnico ma non troppo. Utilizzando i dati sulla distribuzione dell’IRPEF per i lavoratori dipendenti pubblicati dal Ministero dell’Economia e delle Finanze illustreremo sia i costi della potenziale riforma per il Tesoro sia i vantaggi per i contribuenti appartenenti a differenti classi di reddito. La nostra semplice analisi conduce alla seguente semplice conclusione: dieci miliardi non bastano. Oppure, il che è lo stesso, se si vogliono sacrificare al massimo 10 miliardi di gettito, nessuno vedrà veramente i famosi 1000 euro in più.

  • Markopolo

È uscito recentemente il rapporto OCSE  sulle competenze degli adulti, che complementa gli altri rapporti sulle competenze degli studenti (PISA, TIMMS, PIRLS), di cui abbiamo parlato in passato. Il simpatico acronimo in questo casò è PIAAC (programma per la valutazione internazionale delle competenze degli adulti). Segnalo ed aggiungo qualche dato all’ottimo riassunto di Michele Pellizzari sulla voce.info, che va letto tutto prima di proseguire questa lettura. Il titolo della voce “siamo i peggiori” riassume bene la situazione, ma voglio proporre qualche altro dato e considerazione. 

  • Ex Kathedra

Pre-pensionare o sotto-occupare gli anziani serve a far trovare lavoro ai giovani? Una delle tante favole vetero-sindacaliste che molti amano raccontare al popolo direbbe di sì. Questa linea di pensiero sembra essere fatta propria dal governo Letta, che propone una “staffetta intergenerazionale” che incentivi minore occupazione degli anziani in cambio di maggiore occupazione giovanile. Le cose non stanno così. Tito Boeri e Vincenzo Galasso su lavoce.info hanno provato a smentire la tesi delle virtù benefiche della ”staffetta” mostrando che non esiste correlazione fra occupazione adulta e disoccupazione giovanile fra diversi stati. La questione è stata oggetto di dibattito fra il segretario FIOM Landini e il nostro Michele anche ieri ad Otto e Mezzo. In questo post aggiungo ulteriori elementi di analisi guardando alla correlazione tra tasso di occupazione dei giovani e degli anziani.

  • L'avvelenata

Un articolo recente del Keynes Blog potrebbe apparire pericolosamente credibile al lettore frettoloso o con scarsa conoscenza dei temi in questione, per non dire dell’abuso strumentale che potrebbe farne chi vuol propagandare determinate ideologie. Se volete un esempio di studio serio sulla questione meglio leggere questo post di qualche anno fa.

  • Ex Kathedra

Pare che entro il 23 marzo, la riforma del mercato del lavoro sarà pronta sul tavolo del Governo. Una riforma sicuramente necessaria vista la gamma di problemi associata all’attuale mercato del lavoro. Gli obiettivi dell’attuale riforma ricalcano quelli alla base di precedenti interventi legislativi (e.g., legge Treu, legge Biagi). Andrà questa riforma nella giusta direzione?

Contattaci