I post con keyword internet

  • Passaparola

Alcuni problemi discussi di recente tra appassionati di informatica evidenziano il rischio che alcune connessioni internet siano meno private di quanto sembrano. Ogni giorno usiamo queste connessioni per conti bancari e cose ancor più delicate. È utile, quindi, spargere la voce tra i non addetti ai lavori, in modo che ognuno sia al corrente dei rischi che si assume. Della serie: nFA è come la mamma, riesce ad essere utile, qualche volta!

P.S. Gli articoli in questione (in inglese per nerds) li trovate qui, quo e qua (o que per i veri nerds).

  • Qui è FLG

Punto Informatico ha segnalato la scorsa settimana una proposta di legge che estende ad alcune categorie di blogger l’obbligo di registrazione al Registro degli Operatori di Comunicazione. Abbiamo discusso di una proposta simile (poi prontamente messa nel cassetto) mesi fa. Anche questa volta, la blogosfera è insorta. Nessuno, purtroppo, avanza l’idea che la registrazione vada eliminata anche per la stampa tradizionale.

  • Qui è FLG

Il sito Fisconline, che l'Agenzia delle Entrate ha predisposto per compilare via internet le dichiarazioni dei redditi, utilizza certificati digitali autoprodotti che non proteggono l'utente dal furto delle proprie credenziali (e dei dati fiscali). Il tutto, suppongo perché altra ragione non conseguo immaginare, per risparmiare alle casse pubbliche una cifra dell'ordine dei 250$ all'anno.
Da notare che il sito in questione è quello in cui tutti i titolari di partita IVA sono tenuti ad effettuare i versamenti. Ennesima conferma della carenza di cultura informatica della pubblica amministrazione, per usare un eufemismo.

  • Passaparola
Su Eurostat si trovano un sacco di statistiche interessanti.
Recentemente, sono stati pubblicati i dati relativi al 2007 riguardanti
l'uso di Internet da parte di individui, famiglie ed imprese. Riporto alcuni dati da me estratti che, purtroppo, dipingono un quadro
particolarmente deprimente per il Belpaese. La sintesi per gli avversi alle tabelle è questa: gli italiani usano poco internet,
non hanno disponibilità di banda larga, e usano pochissimo
la rete per acquistare on-line. Le imprese italiane hanno una discreta disponibilità di
banda larga, ma la usano poco per acquistare e pochissimo per vendere on-line.
  • Davinci

Quant’è facile creare una voce dell’enciclopedia Wikipedia? Moltissimo: Wikipedia e’ online, gratuita e sollecita la collaborazione da parte di tutti i suoi lettori. Per esempio per creare una pagina contenente la biografia del nostro Sandro basta inserire sulla barra url del proprio browser l’indirizzo http://it.wikipedia.com/Sandro_Brusco. Wikimedia, il software che fa girare Wikipedia, controlla se la pagina esiste, ed in caso contrario invita a crearla inserendone i contenuti in un modulo web. Nessuna password richiesta, nessuna restrizione su formato e sintassi, nessuna conoscenza tecnica necessaria. Occorre solo avere tempo e volonta’ sufficienti. “Wiki”, in un dialetto hawaiiano, significa “veloce, semplice”, ed il software di wikipedia rende onore al suo nome. Raccogliendo una provocazione di fausto, l’altra sera ho fatto proprio questo, inserendovi la frase: “Sandro Brusco, nato a Papozze”.

Contattaci