I post con keyword cittadinanza

  • Ex Kathedra

Le parole sono importanti, specie in un Paese “governato” – e non solo in senso figurato – da stati emozionali. I politici tendono ad alimentarli per procacciarsi consensi, i cittadini non chiedono altro che pretesti, più o meno fondati, per esibirne la più ampia gamma: tutto si tiene, come sempre. Così le parole, usate in maniera distorta per indirizzare il “sentimento” dell’elettorato, producono esiti surreali nel dibattito nazional-popolare. L’ultimo esempio è dato dalle parole con cui è stata identificata una legge attualmente in discussione: quella sul c.d. ius soli, che lo ius soli in senso proprio non lo prevede affatto.

Secondo il Il libro-manifesto dell’Istituto Bruno Leoni, il rapporto tra stato e individuo in Italia è alla base di tutti i problemi irrisolti dei primi 150 anni di vita del nostro paese e il punto di partenza per porvi rimedio nei 50 anni che ci separano dal bicentenario. Il libro, in realtà, riesce a dare al tempo stesso di meno e di più di quel che promette. Vediamo perché.

Contattaci