I post di marco esposito

  • Qui è FLG

Nel 2011 un referendum popolare (da qualcuno definito più che altro populista) abrogava due parti della L.152/2006, cd. “Decreto Ronchi”: (1) l’obbligo di gara per l’affidamento del Servizio Idrico Integrato (gara che escludeva i soggetti pubblici) e (2) la remunerazione del capitale investito per i soggetti affidatari, che per effetto di varie leggi combinate fra loro risultava essere il 7% nel 2011 (tasso di riferimento tuttora soggetto a semplice delibera del Ministro dell’Industria e delle Attività Produttive).

  • L'avvelenata

In Italia si puó vincere il Win for life, e vivere bene per vent’anni, oppure essere titolare di una pensione “d’oro” per tutta la vita. Nel primo caso ti pagano gli altri (sfortunati) giocatori, nel secondo tutti gli altri (sfortunati) italiani. Ma cosa é d’oro?  Esistono i pensionati d’oro? E gli altri pensionati sono sfortunati anche loro ? Esaminiamo chi ci curerà nella terza età: il Dottor INPS.

  • L'avvelenata

Ci risiamo, sempre allo stesso punto. Il governo sta pensando a come “salvare Alitalia“, ma soprattutto a come garantire i soldi agli attuali azionisti, visto che Air France offre per Alitalia “un piatto di lenticchie”, magari facendola comprare a prezzi non proprio d’affezione da Trenitalia, o comunque garantendo l’intervento pubblico in qualche modo, che a spendere i soldi dei contribuenti un modo si trova sempre.

  • L'avvelenata

Alcuni mesi fa usciva la sentenza sul caso “FIOM-CGIL+19 contro Fabbrica Italia” (Gruppo Fiat, stabilimento di Pomigliano) che imponeva a quest’ultima di assumere 145 lavoratori, purchè iscritti alla CGIL-FIOM. La sentenza non ci interessa da un punto di vista giuridico, ma ci interessa per far capire come si muovono i sindacati, le aziende multinazionali, o comunque di grandi dimensioni, e come vengono risolti i conflitti, quando insorgono.

  • comiKnoise

L’occasione me l’ha fornita l’ennesimo incontro fra il Ministro Passera e una delegazione di imprenditori napoletani, fra cui il sottoscritto. Al momento dell’immancabile buffet ho dato una sbirciatina alle carte che aveva Passera sul tavolo e ho visto questa bozza di decreto legge. Non ho resistito alla tentazione e con il mio smartphone (ah James, non sai cosa ti stai perdendo!) ho fotocopiato il testo. Lo riproduco qui per i lettori di nFA. In corsivo ci sono le annotazioni a penna che erano di fianco al testo.

  • Qui è FLG

Sul sito del Governo è disponibile il rapporto, stilato dal Ministro dei Rapporti con il Parlamento Piero Giarda, riguardante la spesa pubblica in Italia. La pubblicazione è del maggio 2011, quando Giarda non era ministro, e non indica alcuna soluzione al tema della eccessiva spesa pubblica, se non per linee generali. Probabilmente è adesso sul sito del Governo per far vedere che la voce “spesa pubblica” sarà esaminata, sia pur dopo quella “tasse nei denti fino a romperli”.

  • L'avvelenata

Ha fatto molto discutere l’idea lanciata dal Ministro per lo Sviluppo Economico, Corrado Passera, di pagare i debiti pregressi che lo Stato ha nei confronti delle Piccole e Medie Imprese (PMI), e che ammonterebbero a una cifra compresa fra 70 e 90 miliardi di €, con titoli del debito pubblico.

  • Qui è FLG

Sono giorni in cui si legge in molti giornali, soprattutto di area “progressista”  (per esempio Il Fatto Quotidiano e Repubblica) che l’attuale manovra è ingiusta, colpisce i soliti noti e non fa pagare chi evade. A questa affermazione (autoevidente, dato che se uno evade non partecipa nemmeno all’aumento delle tasse) se ne aggiungono altre di sapore “vischiano”, che nulla hanno a che vedere con l’evasione fiscale, ma servono, populisticamente, all’equazione imprenditore=truffatore=evasore=riccoatuespese, e quindi da colpire senza pietà.

  • Qui è FLG

Sisifo fu punito da Zeus con questo compito: portare un macigno sulla cima di una montagna, solo che una volta arrivato in cima il masso rotolava di nuovo a valle, per cui Sisifo doveva ricominciare daccapo. Per l’eternità.

La stessa sensazione ce l’ha chi in Italia vuole avviare una nuova attività.