I post di alberto bisin

  • Qui è FLG

Da dove spunta il populismo politico attuale, secondo cui “uno vale uno”, “i tecnocrati son la causa della crisi”, “per governare bene basta essere onesti”, e così via? L’hanno davvero inventato Grillo e Salvini? È davvero la grande novità che sembra essere? 

  • Ex Kathedra

Come anticipato nell’ultimo post di Alberto esiste una via per mettere in sicurezza il sistema bancario italiano senza far necessariamente pagare il conto ai contribuenti: in breve, fare come in Spagna. Proviamo ad illustrarla dopo aver chiarito perché, invece, quella adottata dal governo porta solo ad ulteriori, futuri disastri.

  • Ex Kathedra

No, non un altro post allarmistico sulle banche. E invece sì! Ed è pure lungo e un po’ complesso. Ma mi giustifico: il salvataggio delle banche senza il loro risanamento è il Piave, secondo me. Una volta di là non c’è più ritorno: per l’entità dell’intervento, per la sua significatività come precedente, per i suoi effetti sulla reputazione del paese … Vorrei sbagliarmi ma non trovo errori di calcolo o di ragionamento. E allora espongo calcoli e ragionamento. 

  • Ex Kathedra

Con il lancio nel nuovo fondo Atlante si completa la strategia del governo italiano per soccorrere le banche in difficoltà. Si tratta di una serie di iniziative che include la garanzia sulle operazioni di cartolarizzazione; operazioni tecnicamente molto complesse di cui ed è piuttosto difficile valutare in anticipo l’efficacia. Proviamo a fare un po’ di chiarezza. 

  • Ex Kathedra

Qualche giorno fa ho scritto un pezzo per Repubblica, motivato in negativo da un editoriale di Zagrebelsky pubblicato il giorno prima sullo stesso giornale. Il tema è sovranità nazionale, mercati finanziari, e indebitamento. Ripropongo qui il mio pezzo in forma modificata – per il lettore nFA – e più estesa. In particolare cerco di articolare meglio una proposta per produrre garanzia, cioè “collateral”, spendibile da paesi sovrani che quindi permetta loro di indebitarsi a condizioni favorevoli. 

  • Ex Kathedra

Una crisi di liquidità della Grecia  potrebbe scoppiare da un momento all’altro: senza un rinnovo dei prestiti non sarà facile pagare pensioni e salari dei dipendenti pubblici. Ma come siamo arrivati a questa situazione? Se si tratta solo di un problema di liquidità non dovrebbe esso essere di facile soluzione attraverso nuovi prestiti? Senza una soluzione il governo greco apparirà sempre meno credibile e il Fondo e gli altri creditori sempre più crudeli agli occhi degli osservatori esterni e anche a quelli di coloro che partecipano alla negoziazione. 

A prescindere da come andrà la questione, nei prossimi giorni e soprattutto nei prossimi mesi, una volta risolta (si spera) l’emergenza, bisognerà mettere mano all’architettura istituzionale dei rapporti tra paesi sovrani debitori e organismi internazionali. È chiaro ai più che il sistema non funziona, che ha problemi sostanziali e per giunta sistematici. Alla base vi è una questione di mancanza di chiarezza in questi rapporti. Elaboriamo. 

Il film e’ un documentario sulle informazioni che Ed Snowden, un analista informatico che lavorava per una societa’ che a sua volta lavorava per i servizi segreti USA,  ha fornito a vari giornali nel corso della primavera del 2013. Queste informazioni  riguardavano vari programmi di raccolta dati generalizzata in atto alla National Security Agency (NSA) negli Stati Uniti e ad altri simili organizzazioni facenti capo ai servizi segreti di varie democrazie occidentali. 

  • AngloNoise
  • Davinci

Ieri è mancato Gary Becker. Gli dobbiamo moltissimo, intellettualmente, professionalmente e personalmente. Gli vogliamo molto bene. Il ricordo che segue è molto personale, frammentato, e incoerente – con la speranza che il tutto sia superiore alle parti e ne esca un suo ritratto ragionevolmente somigliante. Lo scriviamo a lui e per lui – non vogliamo scrivere alle sue spalle – e quindi non possiamo che farlo in inglese.

Gary Becker passed away yesterday. We owe him a great deal, intellectually, professionally, and personally. We love him dearly. The following memories are very personal, fragmented, and incoherent – but hopefully the sum will turn out greater than its parts and a reasonably close portrait of his will come out. We are writing this to him, for him – certainly not behind his back – and hence it can’t be other than in English.

We wrote separately and independently (sorry for any repetitions) – we felt we needed to. 

  • AngloNoise

A few times a year NYU econ graduate students organize a “beer and economics” meeting where they eat (pizza) drink (beer) and listen to a faculty member they invite. A few days ago it was my turn. Not an easy endeavor, following on the footsteps of Tom Sargent and David Pearce. So I had to prepare – and here’s the outcome. (Be lenient in your judgment; stand-up’s not my forte). Here’s how it went. 

  • Ex Kathedra

Mercoledì è stato approvato dalla Camera un provvedimento che comporta la rivalutazione del valore patrimoniale delle azioni Banca d’Italia. Il provvedimento, dal contenuto un po’ tecnico, non è però troppo difficile da comprendere nella sostanza. Lo diciamo subito con lo stile diretto che ci ha sempre caratterizzato e attirato tanti amici e tanti “amici”: il provvedimento  fatto approvare con urgenza alla Camera è una porcata. Fondamentalmente esso contiene una (legale) truffa contabile a favore dei bilanci di alcune banche del paese e dell’erario, oltre che un sostanziale trasferimento di risorse dai contribuenti alle banche.

  • Ex Kathedra

Il governo sembra deciso, o perlomeno Saccomanni e Letta sembrano decisi, a cedere parte del pacchetto Eni in mano al Tesoro, per un ammontare di circa il 3% del totale. Si è ovviamente scatenato il dibattito. C’è spesso tanta malafede nella discussione sulle privatizzazioni, dato che politici e boiardi di stato hanno tutto l’interesse a mantenere il controllo di questi assets. C’è però anche non poca assenza di logica e ignoranza pura. Alla malafede non si può ovviare, ma forse all’ignoranza sì. In questo post proviamo a rispondere alla domanda: ma è vero che non conviene vendere Eni perché il dividendo che paga è superiore all’interesse che lo Stato paga sul debito?

  • Ex Kathedra

Il premio Nobel per l’economia è stato quest’anno conferito a Gene Fama e Lars Hansen, della University of Chicago, e a Robert Shiller di Yale University. Il premio è in effetti un premio alla finanza moderna e in particolare a quella parte della finanza che si occupa di comprendere la determinazione dei prezzi delle attività finanziarie. Qui cerchiamo di descrivere brevemente il contributo di ognuno dei tre alla disciplina economica.

  • Davinci

Pochi giorni fa è mancato ElleZeta, un uomo con cui molti di noi hanno stretto amicizia e relazioni intellettuali sul web, da FB a questo sito, a tanti blog. Dal 2009 aveva scritto circa 900 commenti sul nostro sito. Alcuni di noi hanno avuto la fortuna di conoscerlo di persona. Abbiamo raccolto vari sparsi ricordi. Altri sono raccolti nel suo wall di FB. Ci mancherà moltissimo. RIP